L’Ucraina processerà un soldato russo di 21 anni che è detenuto, rendendolo il primo soldato russo a essere processato per crimini di guerra dal conflitto ucraino-russo, ha detto l’11 maggio il procuratore generale ucraino.

La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, al centro, osserva i corpi coperti dei civili uccisi a Bucha, alla periferia di Kiev, in Ucraina, venerdì 8 aprile 2022. (Foto AP/Efrem Lukatsky)

Il 28 febbraio il procuratore generale ucraino ha accusato il soldato russo Vadim Shishimarin di aver usato il kalashnikov dalla sua auto in un villaggio della regione di Sumy, nell’Ucraina nord-orientale, e di aver sparato diversi colpi, uccidendo un residente disarmato di 62 anni.

La dichiarazione menzionava che l’uomo assassinato teneva una bicicletta sul ciglio della strada ed è stato colpito alla testa ed è morto sul posto a poche decine di metri dalla sua casa.

L’ufficio del procuratore generale ucraino ha affermato che gli investigatori ucraini hanno raccolto prove del coinvolgimento del soldato russo e lo hanno trovato “violare le leggi e le usanze di guerra e aver commesso un omicidio premeditato”, un crimine punibile con da 10 a 15 anni di carcere o addirittura con l’ergastolo. Tuttavia, non è ancora noto quando inizierà il processo.

Separatamente, l’ufficio del procuratore generale ha affermato che oltre 10.700 presunti crimini di guerra sono sotto inchiesta, con oltre 600 sospetti identificati finora.

Fonte: https://gnewsapp.com/post/p2519494/


Scritto da: Youlanzide
Traduttrice: Himalaya Italy – Yanhuo
Revisore: Ana