Autore: TYLER DURDEN

Abbiamo sentito di casi in cui a pazienti adulti negli Stati Uniti è stato negato un trapianto di cuore salvavita perché non erano stati vaccinati. Ma hai mai sentito dire di un bambino rifiutato perché i suoi genitori non erano vaccinati?

Bene, ora lo abbiamo: Politico EU riferisce che a un bambino cipriota di 3 anni è stato negato un trapianto di cuore da un ospedale in Germania, presumibilmente perché i suoi genitori non erano “completamente vaccinati”.

E non era solo la Germania. Il ragazzo è stato respinto dagli ospedali nel Regno Unito e in Israele per lo stesso motivo. Alla fine, è stato trovato un ospedale greco per eseguire il trapianto, ma la storia sta comunque diventando virale poiché quest’ultimo esempio di restrizione COVID è ormai fuori luogo.

Il ministero della salute cipriota aveva preso accordi per il trattamento del bambino in Germania, ma è stato lasciato in sospeso dopo che l’ospedale ha avvertito che non avrebbe accettato il paziente perché i suoi genitori non erano stati completamente vaccinati. Anche se ai genitori del ragazzo è stata somministrata rapidamente la prima dose nel tentativo di salvare la vita dei loro figli, sono stati informati che non aveva importanza, dal momento che ci sarebbero volute sei settimane per essere “completamente vaccinati”.

Ma i ciprioti non accettarono un no come risposta e chiesero se il bambino potesse essere accompagnato da un tutore. Tuttavia, la risposta è stata “no”.

La Commissione Europea ha confermato a Politico che non ci sono politiche in atto nell’UE che impedirebbero a un bambino di ricevere un’operazione salvavita per questo motivo. Ma poi di nuovo, gli ospedali e le giurisdizioni locali possono creare restrizioni e requisiti propri. Sembra che sia il caso qui.

“Le politiche sanitarie – comprese le politiche di vaccinazione – e la loro concreta attuazione sono responsabilità degli Stati membri, non della Commissione”, ha affermato un portavoce del dipartimento sanitario della Commissione europea.

Il padre del ragazzo ha espresso a Politico il suo sconcerto.

“So che i pazienti non vaccinati vengono ricoverati negli ospedali in Germania”, ha detto il padre del ragazzo, Alexey Matveev, un cittadino russo che vive a Cipro. “Non sapevo che dovevo essere vaccinato perché mio figlio fosse operato in quell’ospedale. Se l’avessi saputo, ovviamente l’avrei fatto… Sono in buona salute e non volevo essere vaccinato. Trovo inappropriato che qualcuno che è sano venga vaccinato”.

Alla fine, sono state organizzate le cure per il ragazzo a Cipro.

Ma possiamo dire che questi requisiti di vaccinazione stanno iniziando a sembrare un po’ disumani?

Traduttrice: Yanhuo
Revisore: Xiaobuding

Fonte: https://www.zerohedge.com/political/hospitals-germany-uk-israel-refuse-life-saving-transplant-3-year-old-because-parents-were