Autore: Paolo Giuseppe Watson
Traduttrice: Yanhuo
Revisore: Xiaobuding

La situazione Post-Covid sarà come dopo l’11 settembre.

La compagnia aerea low cost Ryanair afferma che i mandati delle mascherine sugli aerei diventeranno radicati come le regole post 11 settembre sui liquidi nei bagagli a mano, suggerendo che diventeranno sostanzialmente permanenti.

I commenti sulle coperture per il viso sono stati fatti da Neil Sorahan, il capo delle finanze della compagnia aerea, che ha suggerito che le regole messe in atto per combattere il COVID-19 verranno fissate in modo simile alle misure introdotte dopo l’attacco terroristico in America nel 2001.

“Le mascherine saranno qualcosa che ci accompagnerà ancora per un po’. Se questo è il prezzo che dovremo pagare per i prossimi mesi, fino all’estate, è un piccolo prezzo da pagare”, ha affermato Sorahan.

“È un po’ come dopo l’11 settembre, siamo finiti con i nostri articoli da toeletta in sacchetti di plastica, forse dovremo convivere con le maschere ancora per un po'”, ha aggiunto.

L’azienda ha perso tra 1,5 e 2 milioni di clienti dopo che sono state imposte severe restrizioni per combattere Omicron, nonostante la variante si sia rivelata blanda.

L’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, ha ripetutamente esercitato pressioni affinché le persone non vaccinate venissero discriminate, affermando che dovrebbero essere emarginate dalla società, non devono viaggiare, andare al supermercato per procurarsi il cibo o in farmacia per procurarsi le medicine.

I mandati delle maschere sono stati introdotti nonostante le affermazioni iniziali degli esperti secondo cui non avrebbero avuto alcun impatto sull’arresto della diffusione del virus.

La prova della loro efficacia è nella migliore delle ipotesi dubbia.

L’indagine del governo del Regno Unito ha rilevato che le prove dell’efficacia delle maschere per il viso nell’arrestare la diffusione del COVID-19 nelle scuole “non sono conclusive”.

In precedenza, abbiamo riportato i commenti del consigliere SAGE del governo britannico, il dottor Colin Axon, che ha liquidato le maschere come “coperte comfort” che praticamente non fanno nulla, osservando che la particella del virus COVID-19 è fino a 5.000 volte più piccola dei fori nella maschera.

“Le piccole dimensioni non sono facilmente comprensibili, ma un’analogia imperfetta sarebbe quella di immaginare le biglie sparate contro le impalcature dei costruttori, alcune potrebbero colpire un palo e rimbalzare, ma ovviamente la maggior parte volerà attraverso”, ha detto Axon.

Uno studio in Danimarca che ha coinvolto 6.000 partecipanti ha anche rilevato che “non c’era alcuna differenza statisticamente significativa tra coloro che indossavano maschere e coloro che non lo facevano quando si trattava di essere infettati da Covid-19”, ha riferito lo Spectator.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, un logopedista ha affermato che l’uso della maschera durante la pandemia ha causato un aumento del 364% delle segnalazioni di pazienti di neonati e bambini piccoli che hanno sviluppato difficoltà cognitive a causa dell’uso di mascherine per il viso da parte degli adulti.

Fonte: https://summit.news/2022/01/31/masks-on-planes-to-become-permanent-like-anti-terror-rules/