Traduttrice da: 阿娜意大利

Il ministro della salute israeliano Nitzan Horowitz ha detto al ministro dell’interno Ayelet Shaked domenica prima della sua riunione settimanale di gabinetto che i passaporti dei vaccini sono destinati principalmente a costringere gli scettici a vaccinarsi, ha riferito Zero Hedge il 13 settembre, citando il Jewish News Syndicate. Quello di cui non si è reso conto è che il microfono era acceso di fronte a lui e veniva trasmesso in diretta alla nazione sul Canale 12 della TV.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Horowitz ritiene che i pass verdi dovrebbero essere usati all’interno dei centri commerciali, ma da un punto di vista epidemiologico, il requisito del Green Pass per i ristoranti all’aperto e le piscine, per esempio, dovrebbe essere eliminato. Riconosce anche che l’attuale sistema di passaporto vaccinale non è stato implementato nella maggior parte dei locali. Nei primi tempi, il governo israeliano ha usato la minaccia di bandire i non vaccinati da molti luoghi pubblici e molti giovani sono stati costretti a farsi vaccinare. Tuttavia, dopo l’introduzione del sistema del “Green Pass “, è stato raramente attuato, e poi cancellato alla fine di maggio. Finché i casi non hanno ricominciato ad aumentare, il sistema di passaporto vaccinale di Israele è stato reintrodotto e ampliato.

I dati disponibili al pubblico mostrano che il numero di infezioni e i tassi di morte per il virus PCC (Partito Comunista Cinese) in Israele hanno recentemente correlato positivamente con il tasso di vaccinazione. Soprattutto da quando è stata somministrata la terza dose, il numero di morti per infezione da virus è improvvisamente aumentato. Se il vaccino non viene fermato al più presto, danneggerà il paese e la popolazione e le conseguenze sono inimmaginabili.

Fonte:https://gnews.org/post/p1532940/