La fiducia nei media raggiunge il minimo storico nei nuovi sondaggi

Autore: Zero Hedge Tyler Durden

Traduttrice: Ana ; Revisore: Lorenzo 

Abbiamo precedentemente discusso di come l’industria del giornalismo americano sia stato distrutto da anni di copertura apertamente partigiana in un’epoca di giornalismo ecologico. Non sorprende che il pubblico abbia perso la fiducia in quella che un tempo era la nazione leader in termini di pratiche giornalistiche ed etica. Un nuovo sondaggio della società di comunicazioni globale (tramite Axios) ha rilevato che solo il 46% degli americani si fida dei media tradizionali .

Ciò rispecchia i sondaggi Gallup che mostrano un livello di fiducia ancora più basso. 

Stiamo vivendo in una nuova era del giornalismo giallo in un momento in cui il vero giornalismo non è mai stato più necessario. 

Fonte Immagine: Zero Hedge

La perdita di fiducia è maggiore tra i repubblicani, che vedono i media come apertamente allineati con il partito democratico e più recentemente con la campagna di Biden. I risultati di Gallup per il 2020 hanno rilevato che il 73% dei democratici si fidava dei media, mentre solo il 10% dei repubblicani deteneva tale fiducia.

Il crollo del livello di fiducia riflette la perdita delle principali testate giornalistiche a causa di un tipo di giornalismo sveglio. Abbiamo discusso di come scrittori, editori, commentatori e accademici  abbiano accolto le crescenti richieste di censura e controllo del linguaggio, tra cui il presidente eletto Joe Biden incluso ei suoi consiglieri chiave. Persino i giornalisti  stanno conducendo attacchi alla libertà di parola e alla libera stampa. Ciò include gli accademici che rifiutano il concetto stesso di oggettività nel giornalismo a favore dell’open advocacy. Il Dean del Columbia Journalism e lo scrittore del New Yorker Steve Coll hanno denunciato come il diritto alla libertà di parola del Primo Emendamento fosse stato “utilizzato come arma”  per proteggere le informazioni false.

Uno dei momenti peggiori è stato il mea culpa del New York Times per aver pubblicato un commento di un senatore conservatore. Il New York Times è  denunciato da molti di noi per le sue umili scuse dopo aver pubblicato un commento speciale del senatore Tom Cotton (R, Ark.), e promettendo di non pubblicare in futuro tali colonne. Non pubblicherà una colonna di senatore repubblicano sulle proteste negli Stati Uniti, ma pubblicherà le colonne di uno dei leader cinesi che schiacciano le proteste per la libertà a Hong Kong. Cotton stava sostenendo che l’uso delle truppe della guardia nazionale potrebbe essere necessario per sedare rivolte violente, notando l’uso storico di questa opzione nelle proteste passate. Questa opzione è stata utilizzata più di recente dopo la rivolta del Campidoglio.

Non ci sono prove che l’industria giornalistica americano tornerà alla sua precedente posizione di giornalismo indipendente. I giornalisti continuano a offrire storie apertamente partigiane mentre seppelliscono completamente altre storie. Nessun editore o giornalista  vuole trovarsi soggetto allo stesso trattamento del direttore del Times o di altri costretti ad abbandonare per incarichi o rapporti impopolari. Il risultato è che il pubblico e i lettori sono ora lasciati con fonti mediatiche in silos che li mantengono all’interno di una zona di comfort della segnalazione, mantenendo narrazioni che non li sfidano né li istruiscono. Questo è il motivo per cui la maggioranza dei cittadini non si fida dei media come fonte di informazioni. In una generazione, editori e giornalisti contemporanei anno completamente  distrutto la loro professione, mettendo da parte generazioni di lotte da parte dei  giornalisti per mantenere rigorosi principi di neutralità e integrità. Il fatto triste è che puoi avere la massima protezione per i media nel mondo nel Primo Emendamento, ma il nostro giornalismo non sarà migliore degli giornalisti stessi. La costituzione può fermare il governo dalla coercizione del governo ma non dalla duplicità dei media. 

La grande tragedia è che ora più che mai abbiamo bisogno di un supporto legittimo.  I cittadini stanno affrontando divisioni profonde e violente senza fiducia in ciò che viene riportato nei nostri giornali, programmi televisivi e siti Internet. 

Link originale: https://www.zerohedge.com/political/trust-media-hits-all-time-low-new-polling

+3
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments