“Le voci” diventano “profezie”, una revisione storica del “rifiuto delle voci” del PCC (1)

Traduttore:eva7788

Revisore: Shiyuedehupo

[Epoch Times, 11 aprile 2012] [Introduzione] Shi Zang-shan, un esperto di questioni cinesi a Washington DC, ha dichiarato che nella storia del PCC, ogni volta che si iniziano a “confutare le voci” su larga scala, deve essere dovuto a una situazione politica instabile o quando succede qualcosa di ‘grosso’. La propaganda del PCC dovrebbe essere vista al contrario: più disperatamente “confuta le voci”, più dimostra che la verità si sta diffondendo ovunque. Da quando il Partito Comunista Cinese è salito al potere, le autorità hanno agito in una ’scatola nera‘ e fatto scelte per più di un miliardo di persone. I membri del PCC di più alto livello hanno creato molte voci sulla necessità di combattimenti interni e di ingannare la gente. Le voci vere provengono dall’interno del PCC e dalla dittatura del PCC.

La storia mostra che ogni volta che il PCC “confuta le voci” su larga scala, è quando il PCC sta affrontando una crisi e la situazione politica è la più instabile. Da un lato, il regime del PCC ha creato un gran numero di “voci” per la lotta interna, dall’altra, di fronte alle crisi, al fine di mantenere la dittatura, il PCC ha usato “voci” per nascondere la verità e ignorare la vita delle persone.

Il PCC ha “rintracciato le voci” a livello nazionale nel 1976

Nel 1976 la situazione del PCC continuò a cambiare: con le susseguenti morti di Zhou En-lai e Mao Ze-dong, il terremoto di Tangshan, il crollo della Banda dei Quattro, le voci continuarono a spargersi e le autorità del PCC lanciarono una campagna nazionale per “rintracciare le voci”.

Mao Ze-dong (A sinistra) Jiang Qing (A destra)

L’8 gennaio 1976, Zhou En-lai, l’allora Primo Ministro del Partito Comunista Cinese, morì. La popolazione in tutto il paese lanciò una campagna commemorativa. Le “ultime parole” di Zhou En-lai che criticavano la “Banda dei Quattro” furono ampiamente diffuse nella società. L’attività di lutto ha raggiunto il suo culmine durante il Festival Qing Ming (per aver spazzato la tomba) il 4 aprile. Milioni di persone a Pechino si sono riunite in piazza Tienanmen per pubblicare volantini e scrivere poesie per piangere Zhou En-lai e denunciare la “Banda dei Quattro”. Il 5 aprile, la gente ha tenuto un movimento di lutto e protesta su larga scala, che è stato successivamente cancellato e soppresso dalle autorità del PCC.

Il 7 aprile, il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ha classificato “l’Incidente di Tiananmen” del 5 aprile come un “incidente controrivoluzionario” e ha iniziato a indagare su attività come “Tiananmen Poems” e le cosiddette “Le ultime parole del premier” a livello nazionale. L’8, il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ha notificato a tutte le località di rintracciare e reprimere risolutamente i produttori di “voci politiche”, “slogan reazionari e poesie”. Il 10, il Ministero della Pubblica Sicurezza ha nuovamente notificato per telefono, richiedendo rigorosamente a tutte le località di riferire in qualsiasi momento al governo centrale la situazione, le modalità di lavoro, lo stato di avanzamento, il numero di voci e i problemi incontrati.

Zhou En-lai in 1940

Secondo il libro “Ufficio municipale di pubblica sicurezza di Pechino nella “Rivoluzione culturale””, durante la rivoluzione culturale, le autorità comuniste cinesi hanno considerato gli scandali circolanti nella società su Jiang Qing e altri come “voci reazionarie”. Solamente nel periodo dalla fine del 1975 all’inizio del 1976, l’Ufficio municipale di pubblica sicurezza di Pechino ha rintracciato oltre 1.000 cosiddette “voci” che coinvolgono decine di migliaia di persone, molte delle quali sono state arrestate e censurate. Prima e dopo il Festival Qing Ming nel 1976, l’Ufficio municipale di pubblica sicurezza di Pechino ha anche raccolto 583 poesie originali da Piazza Tienanmen, costringendo le masse a consegnare più di 66.000 copie delle poesie e più di 108.000 foto. Da questi materiali, sono stati selezionati più di 600 elementi chiave, un totale di 1.984 sono stati sottoposti a indagine e 388 persone legate all’incidente di Tiananmen sono state arrestate.

Rivoluzione Culturale Immagine

Rivoluzione culturale: Fu lanciata nella Repubblica Popolare Cinese nel 1966 da Mao Ze-dong, la cui direzione era posta in discussione a causa del fallimento della politica economica da lui ideata e pianificata nel cosiddetto ‘grande balzo in avanti’.

La Banda dei Quattro :Fu un gruppo di quattro politici della Repubblica Popolare Cinese che furono arrestati nel 1976, dopo la morte di Mao Ze-dong, ed in seguito processati e condannati.

Terremoto di Tangshan del 1976: Fu un disastro naturale del 28 luglio del 1976. Fu il più grave terremoto del XX secolo in termini di numero di morti.

Jiang Qing:è stata l’ultima moglie di Mao Ze-dong e dirigente del Partito Comunista Cinese negli anni della Rivoluzione culturale. Specialmente dalla stampa occidentale, fu spesso chiamata Madame Mao.

Zhou En-lai: Importante dirigente del Partito Comunista Cinese, fu capo di governo della Repubblica Popolare Cinese dal 1949 fino alla morte.

Mao Ze-dong: Portavoce del Partito Comunista Cinese dal 1943 fino alla sua morte.

Fonte:https://www.epochtimes.com/gb/12/4/11/n3562631.htm

+1
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场

欢迎战友加入喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场,请使用官方DISCORD链接 : https://discord.gg/77fCxw5mFv 官方联络邮箱: [email protected] Dec. 30