La Verità Sui Virus (2)——-Una informatrice di un laboratorio di riferimento OMS(Organizzazione Mondiale della Sanità) a Hong Kong sta accusando un insabbiamento COVID-19 in un’intervista esclusiva alla FOX

 
Traduttrice: Ana

Sono il dottor Li Mengyan, Puoi chiamarmi Scarlett. Sono di Hong Kong a lavoro presso la Scuola di sanità pubblica dell‘Università di Hong Kong, il laboratorio dove lavoro è il miglior laboratorio al mondo per Coronavirus e il motivo per cui sono venuta negli Stati Uniti è perché conosco la verità sul COVID-19. 

( La dottoressa Li Mengyan afferma di aver cercato di parlare all’estero e di essere costretta a lasciare i suoi amici e la sua famiglia. )

Se lo dico a Hong Kong, nel momento in cui comincerò a parlare sarò scomparsa e uccisa, nessuno mi sentirà, quindi, a tal fine, vorrei andare negli Stati Uniti e dire la verità sulle origini del COVID-19 a tutto il mondo, per far capire alla gente quanto sia terribile, quanto sia pericoloso. Non si tratta di politica, si tratta di capire se tutti gli esseri umani possono sopravvivere.   

(Le sue prime ricerche sul virus erano presumibilmente nascoste e avrebbero potuto aiutare a combattere la diffusione del COVID-19.)

Sono una dei primi ad essere coinvolta nella ricerca COVID-19 nel mondo, dalla fine di dicembre. A partire dal 31 dicembre 2019, una volta che abbiamo saputo che c‘era un coronavirus simile alla SARS in Cina, a Wuhan, il mio supervisore che è consulente dell‘OMS Dott. Leon Poon mi ha chiesto di fare alcune indagini segrete su ciò. Che è realmente accaduto nella Cina continentale. Il governo cinese ha rifiutato di rivolgersi a un esperto straniero, compresi quelli di Hong Kong per fare ricerche in Cina. Quindi mi sono rivolta ai miei amici per avere maggiori informazioni. Questa è stata una conversazione avvenuta il 31 dicembre 2019. Ne ho parlato con un amico scienziato del CDC(Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie)in Cina, questo amico ha informazioni di prima mano e mi ha detto che c‘erano casi di gruppi familiari, quindi doveva essere una trasmissione da uomo a uomo. 

(L‘OMS non ha confermò che il virus poteva diffondersi tra gli umani per diverse settimane. Secondo le autorità cinesi, il virus in questione può causare gravi malattie in alcuni pazienti e non si trasmette facilmente tra le persone…Esistono informazioni limitate per determinare il rischio complessivo di questo cluster segnalato.—— Il 9 gennaio 2020)

(Le indagini preliminari condotte dalle autorità cinesi non hanno travato prove chiare della trasmissione da uomo a uomo del nove coronavirus 2019 identificato a Wuhan, in Cina. I medici disposti a condividere informazioni con il dotto Yan erano ovviamente spaventati. )

Questo è un gruppo pieno di medici in diversi ospedali in tutta la Cina. Questo è del 31 dicembre 2019 in Cina, e una mattina uno dei medici chiese se c‘erano medici a Wuhan che potevano condividere queste informazioni su questo virus simile alla SARS. Ci furono persone che immediatamente avvertirono questo medico di “Non chiedere ”, “Questo è troppo delicato ”, “Non possiamo parlare, ma dobbiamo indossare una maschera.“

( Il 16 gennaio, disse che le fu chiesta di contattare di nuovo i suoi contatti in Cina, dal momento che il governo stava fornendo pochi dettagli. Ciò che trovava la turbava.)

In primo luogo, la trasmissione da uomo a uomo peggiorava molto a Wuhan, c‘erano molti pazienti che non ricevevano cure e diagnosi in tempo, non c‘era protezione sia per i medici che per i pazienti e la gente comune, ma il governo non permettere alle persone di rilasciare tali informazioni, quindi i medici ospedalieri avevano paura, ma non potevano parlarne, il personale del CDC era spaventato. 

(Questo è quando è iniziato l‘insabbiamento della sua ricerca, dice. )

Quindi ho riferito queste cose a Leon Poon, una volta ottenuto il risultato, ma mi ha chiesto di tacere e di stare attenta. Come mi aveva avvertito prima, “non toccare la linea rossa ”. Ciò significava non scavalcare la procedura del governo cinese. Non oltrepassare il principio del governo cinese. In caso contrario, ci metteremo nei guai e “scompariremmo”. Pensavo che queste informazioni potessero essere consegnate al pubblico, e erano informazioni molto urgenti. Quindi dovevano essere rilasciate al pubblico il più presto possibile. Ma poi non fece nulla. Poiché aspettavo, non vidi alcuna risposta dopo molti giorni. Anche il nostro condirettore del laboratorio dell’OMS 【riferimento】, il Prof. Malik Peiris lo sapeva, ma non fecero alcuna azione. Come virologi, e anche alcuni di loro sono medici, dovrebbero sapere quanto sia terribile. Questa è una minaccia per la saluta pubblica che dovrebbe avere una risposta rapida. Avrebbero dovuto fare molte cose. C’erano così tante scelte che potevano fare per controllare questo focolaio e non lasciarlo diffondere come il più grande disastro mai visto nella storia umana. 

Dr.Malik Peiris

(Quando le è sembrato che il suo capo, il dottor pool, e il condirettore de laboratorio di riferimento dell’OMS, il dotto. Peiris, non fossero riusciti a trasmettere le sue scoperte… )

Ero molto delusa, ma sapevo già che sarebbe successo perché conoscevo la corruzione di questo tipo di organizzazione internazionale come l’OMS nei confronti del governo cinese e del governo del Partito Comunista Cinese. Quindi, fondamentalmente, potevo anche accettarlo, ma non volevo che queste informazioni fuorvianti si diffondessero nel mondo. Ho pensato che dovesse essere corretto. Sapevo cosa mi sarebbe successo, sapevo come trattano gli informatori, ho visto quanto è terribile il governo nel reprimere quei giovani innocenti manifestanti. 

(L’OMS ha negato le affermazioni del Dott. Yan e ha dichiarato alla FOX “ Molte persone lavorano per noi come consulenti…ma ancora una volta questo non li rende 【Dott. Yan, Dotto. Peiris e Dott. Poon】membri dello staff e ancora una volta NON rappresentato l’OMS.“ Fox News non è riuscito a contattare i medici per un commento. Il portavoce dell’ambasciata cinese ha dichiarato alla FOX di non aver “ mai sentito parlare“ del dott. Yan e che “il governo cinese ha risposto rapidamente ed efficacemente al COVID-19 sin dal suo scoppio“. Nonostante i rischi, ha iniziato a far trapelare a un blogger statunitense che ha pubblicato le sue scoperte il 19 gennaio 2020. Ma solo in cinese. )

Sfortunatamente, il cinese e l’inglese sono totalmente isolati. Quindi abbiamo ricevuto risposta dal nostro governo entro quattro ore dal quanto segnalato, il governo ha cambiato i numeri dei casi da 62 a 198 —il triplo. Ammettono che si tratta di una trasmissione da uomo a uomo. E inoltre, il presidente Xi ha rilasciato la prima dichiarazione nel 2020 secondo cui il nuovo coronavirus è in realtà una malattia infettiva allo stesso livello della SARS in quel momento. E poi, tre giorni dopo, il 23 gennaio, hanno messo Wuhan in quarantena. 

(Alcune settimane dopo, ha ricevuto un terribile avviso dal blogger (LuDe).

Sapeva che ero in pericolo, dovevo partire il più presto possibile e mi chiese se mi sarebbe piaciuto andare negli Stati Uniti per dire la verità al mondo. L’ho detto, sono disposta a farlo, dopo mio marito ha scoperto quella telefonata. 

(Suo marito lavorava nello stesso laboratorio. Dice che sapeva che la sua ricerca era vicina al dott. Peiris e che la sosteneva in privato. Ma quanto gli chiese di venire con lei e spiegò cosa stava succedendo…)

Era totalmente arrabbiato, mi ha incolpato e cercato di rovinare la mia fiducia, mi ha anche mostrato che era totalmente spaventato dal governo cinese. Ha detto che ci avrebbero ucciso tutti. Ho provato a convincerlo a venire negli Stati Uniti con me, ma non sono riuscita. Così, lunedì 27 aprile, ho preso un biglietto per gli Stati Uniti. Il 28 aprile ho preso il volo per andare negli Stati Uniti. 

(Con l’aiuto di un gruppo di esiliati politici, ha lasciato il paese destare allarmi. )

Quel giorno ero molto nervosa, qualsiasi passo prima che il volo partisse sapevo che avrei potuto essere fermata. Quando sono arrivata a Los Angeles, all’inizio è andato molto bene, ho superato la dogana e preso i miei bagagli, quando sono passata dall’uscita, c’erano due agenti che mi hanno fermata, sembrava mi stessero aspettando, ma non sapevo perché. Mi hanno fermata e mi hanno portata nel loro ufficio, e hanno cercato di chiedermi da dove venivo, che tipo di lavoro facevo. Ed ero così spaventata, quindi, ho pensato di dover dire loro la verità, perché pensavo di non voler venire qui per fare qualcosa di sbagliato, stavo facendo la cosa giusta. Quindi ho detto loro che “ non fatemi tornare in Cina, vengo qui per dire la verità sul COVID-19 e per favore proteggetemi, altrimenti il governo cinese mi ucciderà“. E quegli ufficiali erano scioccati. 

(L’F.B.I. la interrogò per ore, prese il suo telefono come prova e le permise di continuare a viaggiare. Ma a Hong Kong si stava svolgendo una scena molto diversa.)

Poche ore dopo da quando ho lasciato Hong Kong, quando ero ancora sull’aereo, l’intero governo è stato reclutato e il Ministero della Sicurezza dello Stato cinese è andato nella mia città, Qingdao, con i poliziotti per dare problemi alla mia famiglia. 

(All’improvviso ha perso l’accesso ai suoi account di lavoro e alle email, anche se in quel momento ha dichiarato di essere in ferie annuali per l’approvazione. Quindi, sono iniziati gli attacchi informatici. )

Dalla metà di maggio, il governo cinese ha iniziato a mettere online l’attacco contro di me, come i cyber militari che mi attaccavano da Twitter, fino a quel tempo, non avevo mai esposto la mia identità, non sono mai stata davanti al pubblico, sono loro sanno chi sono. Hanno provato a diffondere un sacco di voci, rovinando la mia reputazione e dicendo che stavo mentendo. Hanno creato un falso account Facebook che è sotto il mio nome cinese Yan Limeng usando i mio profilo per dire alla gente che sono stata rapita negli Stati Uniti, e detto che cercato di mentire alle persone e ho un disturbo mentale… Inoltre, l’Università di Hong Kong ha bloccato il mio account personale e ha cercato di eliminare la mia pagina Web dal sito Web dell’Università di Hong Kong. Tutte queste cose, sono sicura che una volta in pubblico, ci saranno cose peggiori su cui mi attaccheranno, piene di bugie!

(L’Università di Hong Kong ha dichiarato alla Fox News che la dottoressa Yan “non è più un membro dello staff”,ma non ha voluto commentare quando o perché è stata licenziata. Ora, crede che chiunque conoscesse sia probabilmente in pericolo. Ora, crede che chiunque conoscesse sia probabilmente in pericolo. )

Certo, avevo paura della mia sicurezza personale, ero preoccupata per la sicurezza della mia famiglia, dei miei amici e di tutte le persone che mi avevano inviato le informazioni, non importava medici, ufficiali, persone di laboratorio, ricercatori, scienziati, lo sanno tutti chiaramente, si fidano di me. Ecco perché devo proteggerli. Sono tutti sotto sorveglianza, in pericolo e la mia famiglia è in pericolo di vita, sicuramente ogni giorno! 

(Crede che anche la sua stessa vita sia in pericolo, ma dice che il tempo sta per scadere perché il mondo faccia ciò che è giusto. )

Distanze sociali, due metri di distanza è meglio, alcol al 70% è molto utile, lavarsi le mani e indossare anche una maschera se ci si raduna e ci si avvicina alla gente, mettere la maschera chirurgica. Si tratta di salute globale, non si tratta di cose politiche. Voglio dire, siamo tutti coinvolti. Non importa se questo partito, quel partito, questo paese, quel paese, l’unica cosa è far capire alla gente la verità e sapere come proteggersi. Potete immaginare quanti casi non siano stati segnalati dalla Cina, ci sono già 6 milioni di persone nel mondo, una su 600 viene contagiata, ma questo aumenterà a una velocità molto rapida. Immagina che un giorno vedrai una persona su 100 contagiata nel mondo, e poi uno su 50, uno su 10. Ciò significa che nessuno di noi può sfuggire a questo. Non aspettarti un’immunità da gregge sopratutto in questo momento, perché non conosci questo virus, non puoi giudicare le caratteristiche di questo virus, secondo la nostra precedente esperienza. E non ci aspettiamo un vaccino in questo momento o qualche soluzione magica in questo momento. L’unica cosa che possiamo fare è capire da dove proviene, fare le giuste ricerche e proteggerci, proteggere la nostra famiglia, i nostri amici, chiunque ci circonda nel modo giusto. Questa è l’unica cosa che possiamo fare ora. Ecco perché devo dirlo al mondo. Ho davvero bisogno che le persone capiscano che questo è molto, molto critico per ognuno di noi. 

Riferimento: Voice of Guo Media 
+2
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments