I ricercatori sostengono che lievi infezioni da COVID-19 possono causare problemi di memoria

Autore: CAROLINE VAKIL
Traduttrice: Yanhuo
Revisore: Xiaobuding

Fonte: il Messaggero

Le persone che hanno avuto lievi infezioni da COVID-19 hanno mostrato problemi di attenzione e memoria, ma questi problemi sembravano essere solo temporanei, secondo un nuovo studio pubblicato mercoledì.

I ricercatori dell’Università di Oxford hanno condotto uno studio su 136 persone, composte sia da individui che avevano contratto il COVID-19 che da coloro che non l’hanno mai avuto. Quando si è trattato di esaminare fattori come il sonno, l’affaticamento e l’ansia, i partecipanti inclusi nello studio che in precedenza avevano COVID-19 non differivano in modo significativo dalle loro controparti del gruppo di controllo.

A tutti è stato chiesto di eseguire 12 diversi compiti cognitivi, inclusi quelli sulla memoria degli oggetti, l’estensione spaziale e il controllo motorio.

I risultati dello studio hanno mostrato che “i sopravvissuti al COVID-19 hanno mostrato una significativa riduzione della loro capacità di mantenere l’attenzione su un compito impegnativo fino a 9 mesi dopo l’infezione da COVID-19, insieme a una memoria episodica lieve, ma significativamente peggiore, fino a 6 mesi” — l’ultimo dei quali si riferisce al ricordo di eventi passati personali.

I ricercatori hanno notato che lo studio presentava alcune limitazioni, inclusa la piccola dimensione del campione.

“Non comprendiamo ancora i meccanismi che causano questi deficit cognitivi, ma è molto incoraggiante vedere che questa attenzione e memoria tornano in gran parte alla normalità nella maggior parte delle persone che abbiamo testato entro 6-9 mesi dall’infezione, i quali hanno dimostrato un buon recupero nel tempo” ha affermato in una nota il professor Masud Husain dell’Università di Oxford, uno dei ricercatori coinvolti nello studio.

La ricerca potrebbe fornire ulteriori indizi su come COVID-19 colpisce le persone nelle settimane e nei mesi successivi al test positivo.

Le organizzazioni sanitarie hanno già dettagliato che le persone che hanno COVID-19 possono sviluppare “Covid-19 a lungo termine”, denominate “condizioni post-COVID” dai Centers for Disease Prevention and Control, che possono includere stanchezza o affaticamento, problemi di sonno, stordimento e difficoltà di respirazione o mancanza di respiro.

Fonte: https://thehill.com/policy/healthcare/590455-memory-problems-seen-months-after-mild-covid-19-infections-researchers-say?rl=1

Disclaimer: This article only represents the author’s view. Gnews is not responsible for any legal risks.

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments