Ex capo della task force sui vaccini del Regno Unito: continuare a vaccinare le persone è una “perdita di tempo”

Autore: Alexander Zhang (Epoch Times)
Traduttore: Xiaobuding
Revisore: Shiyuedehupo

È una “perdita di tempo” continuare a vaccinare le persone contro il virus del PCC (Partito Comunista Cinese), ha affermato l’ex presidente della Taskforce dei vaccini britannica.

Il 16 gennaio il dottor Clive Dix, che ha svolto un ruolo chiave nell’aiutare le aziende farmaceutiche a creare i vaccini COVID-19, ha dichiarato alla radio LBC: “La variante Omicron è un virus relativamente lieve. E continuare a vaccinare le persone e pensare di farlo di nuovo per proteggere la popolazione è, a mio avviso, ora una perdita di tempo”.

Dix ha affermato che l’attenzione ora dovrebbe essere rivolta alla protezione delle persone vulnerabili, come quelle con più di 60 anni, il 2% delle quali non è stato vaccinato.

“Dovremmo avere un approccio altamente mirato per far vaccinare quelle persone e chiunque altro sia vulnerabile”, ha detto.

Sebbene sostenga la campagna di promozione in corso, ha affermato di essere stato “critico” nella decisione poiché non è convinto che “era necessario o sia necessario” per i giovani.

Dix ha detto: “Penso che il pensiero del momento fosse quello di fermare l’infezione e la trasmissione dove chiaramente questi vaccini non lo fanno”.

Ha detto che il governo deve essere “molto concentrato” sull’educazione per il “futuro programma di vaccinazione” del prossimo inverno.

Ha suggerito che uno “studio sullo stato immunitario” dovrebbe essere condotto per “capire esattamente dove si trova l’immunità di tutti”, in modo che “entro il prossimo inverno, possiamo davvero avere una politica di vaccinazione educata, utilizzando i vaccini giusti al momento giusto per il Persone giuste.”

Dix ha detto al quotidiano The Observer la scorsa settimana che la vaccinazione di massa contro COVID-19 dovrebbe finire e il Regno Unito dovrebbe concentrarsi sulla gestione di una malattia endemica come l’influenza.

“Ora dobbiamo gestire la malattia, non la diffusione del virus”, ha affermato. “Quindi fermare la progressione verso una malattia grave nei gruppi vulnerabili è l’obiettivo futuro”.

I consulenti medici del governo del Regno Unito hanno già riconosciuto che è “insostenibile” picchiare la popolazione ogni tre o sei mesi.

Sir Patrick Vallance, il principale consulente scientifico del Regno Unito, ha affermato il 3 gennaio che non è nella “visione a lungo termine” del governo somministrare a tutti un vaccino di richiamo ogni pochi mesi.

Il professor Andrew Pollard, direttore dell’Oxford Vaccine Group e presidente del Joint Committee on Vaccination and Immunization (JCVI) del governo, ha dichiarato al Telegraph che “non è sostenibile o conveniente” “vaccinare il pianeta ogni quattro o sei mesi”.

Il 7 gennaio, il comitato consultivo sulla vaccinazione del governo del Regno Unito ha raccomandato di non somministrare una quarta dose di vaccino COVID-19 ai residenti delle case di cura e alle persone con più di 80 anni.

Il JCVI ha affermato che le tre dosi dei vaccini stanno ancora fornendo “un’ottima protezione contro le malattie gravi” e una seconda dose di richiamo immediata per i più vulnerabili “fornirebbe solo un beneficio aggiuntivo limitato contro le malattie gravi in questo momento”.

Fonte: https://www.theepochtimes.com/waste-of-time-to-keep-vaccinating-people-ex-head-of-uk-vaccine-taskforce_4216302.html?utm_source=partner&utm_campaign=ZeroHedge

Disclaimer: This article only represents the author’s view. Gnews is not responsible for any legal risks.

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments