Il Partito Comunista Cinese accusa gli Stati Uniti di “provocazioni” nello stretto di Taiwan

Autore: Rich Klein
Traduttrice: Yanhuo
Revisore: Xiaobuding

Fonte immagine:Reuters

Martedì 23 novembre (UPI) – Il ministero degli Esteri cinese ha detto che gli Stati Uniti dovrebbero “smettere di fare provocazioni” dopo che una nave della marina statunitense è passata attraverso lo stretto di Taiwan.

In una conferenza stampa, il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha affermato: “Gli Stati Uniti dovrebbero correggere immediatamente i propri errori, smettere di fare provocazioni, sfidare i profitti e giocare con il fuoco e svolgere un ruolo più costruttivo nella pace e nelle stabilità regionali”.

I commenti di Zhao erano in risposta a una domanda sulla nave statunitense.

La USS Milius ha navigato nelle acque internazionali martedì, una settimana dopo che il presidente Joe Biden e il leader cinese Xi Jinping si sono incontrati in un vertice virtuale. In quell’incontro, entrambi hanno chiesto alle loro nazioni di stabilizzare le loro relazioni.

Zhao ha detto: “Le navi da guerra statunitensi hanno ripetutamente provocato e creato problemi nello stretto di Taiwan in nome della ‘libertà di navigazione’. Questo non è affatto un impegno per la libertà e l’apertura, ma piuttosto un’interruzione deliberata e un sabotaggio della pace e delle stabilità regionali”.

All’inizio di ottobre, gli Stati Uniti hanno accusato Il Partito Comunista Cinese di un’azione militare “provocatoria” dopo aver pilotato dozzine di aerei militari vicino allo spazio aereo di Taiwan.

“Gli Stati Uniti sono molto preoccupati per l’attività militare del Partito Comunista Cinese nei pressi di Taiwan, che è destabilizzante, rischia di fare calcoli errati e mina la pace e la stabilità regionale”, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price in una dichiarazione all’epoca. “Esortiamo Pechino a cessare la sua pressione e coercizione militare, diplomatica ed economica contro Taiwan”.

All’inizio di questo mese, un gruppo di senatori repubblicani ha introdotto una legislazione volta a rafforzare la difesa di Taiwan contro l’aggressione cinese.

Il Pratito Comunista Cinese afferma che esiste solo “una Cina” includente Taiwan. Il governo cinese ha detto che cerca l’eventuale unificazione di Taiwan con la terraferma. Il presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha dichiarato ad ottobre che il suo governo non si “piegherà alle pressioni” del PCC.

Nel frattempo, il dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha tenuto lunedì il suo secondo dialogo annuale di partenariato per la prosperità economica tra Stati Uniti e Taiwan per “approfondire la cooperazione e rafforzare la solida partnership economica tra le due economie”, secondo una dichiarazione che ha evidenziato l’evento virtuale.

Fonte: https://www.upi.com/Top_News/World-News/2021/11/23/taiwan-strait-us-military/3101637682415/

Disclaimer: This article only represents the author’s view. Gnews is not responsible for any legal risks.

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments