Quasi 50 mila pazienti Medicare sono morti subito dopo aver ricevuto l’iniezione di COVID: informatore

Traduttrice: Himalaya Italy Ana

Immagine: Thomas Renz (Da LifeSiteNews)

Stanno mentendo. Non c’è dubbio che stiano mentendo”, ha detto l’avvocato Renz. Il mantra del ‘sicuro ed efficace’ deve finire dopo le informazioni di oggi”.

Marzo 28 settembre 2021 – 5:10 pm EDT

(LifeSiteNews) – Un informatore ha fornito dati governativi che documentano 48.465 morti entro 14 giorni dalla vaccinazione COVID-19 solo tra i pazienti di Medicare, secondo l’avvocato per i diritti della libertà medica Thomas Renz.

L’annuncio è stato fatto sabato dall’avvocato dell’Ohio, che rimane coinvolto in diverse cause importanti contro agenzie federali (americane) relative a frodi e violazioni dei diritti di libertà medica.

Nella sua presentazione, Renz ha espresso il suo apprezzamento per gli informatori che si sono fatti avanti per fornire al pubblico informazioni così importanti dai Centers for Medicare & Medicaid Service (CMS). Ha descritto il database del CMS come il più grande disponibile negli Stati Uniti per lo studio delle tendenze di COVID-19 perché contiene i dati di circa 59,4 milioni di beneficiari Medicare.

Una diapositiva ha mostrato che il numero di “persone morte entro 14 giorni da un vaccino COVID-19” era pari a 19.400 per quelli di età inferiore a 81 anni, e 28.065 per quelli di 81 anni e oltre, per un totale di 48.465 morti.

“Questi sono dati grezzi”, ha spiegato Renz. “Non c’è nessuna analisi”. E ha sottolineato, questi numeri di morte provengono da meno del 20% della popolazione degli Stati Uniti.

“Vuoi sapere perché 14 giorni sono importanti?”, ha chiesto. “Perché se muori con 14 giorni, non sei considerato vaccinato”. Secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC), non si è considerati “vaccinati” fino a 14 giorni dopo il completamento del regime di iniezione, sollevando la questione se le autorità governative abbiano classificato queste morti come qualcosa di diverso dalle morti legate alla vaccinazione.

Renz ha fornito gli screenshot dei “dati grezzi dai server di Medicare”, chiamandoli “un regalo per i ‘fact-checkers’ (‘verificatori di fatti’) schifosi che continuano a mentire”.

“E quello che voglio sapere è se avete intenzione di controllare i fatti dell’HHS ora”, ha schernito. “Avete intenzione di controllare i fatti di Fauci?”

A luglio, un informatore che lavora professionalmente come programmatore di computer nell’analisi dei dati sanitari, ha fatto una dichiarazione sotto pena di spergiuro che i dati CMS hanno rivelato “almeno 45.000” morti legate ai vaccini a causa delle iniezioni sperimentali del vaccino COVID-19. USA Today e altri “verificato i fatti” l’affermazione e l’hanno chiamata disinformazione.

Un comunicato stampa sul sito web di Renz risponde: “Le rivelazioni di oggi consolidano che la ‘Trusted News Initiative’ è in realtà la fonte di disinformazione e propaganda, e che l’avvocato Thomas Renz Informatore ha sempre avuto ragione”.

Da quando il roll-out dei vaccini basati sul gene COVID-19 è iniziato lo scorso dicembre, con le reazioni avverse, inclusa la morte, segnalate passivamente sul Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) del CDC (in America), molti hanno creduto che il numero reale di lesioni fosse molto più alto.

I dati più recenti del sistema VAERS del CDC, rilasciati venerdì scorso, rivelano segnalazioni di 726.965 eventi avversi negli Stati Uniti in seguito alla vaccinazione, comprese 15.386 segnalazioni di decessi e 99.410 segnalazioni di lesioni gravi, tra il 14 dicembre 2020 e il 17 settembre.

Eppure la presunzione di numeri reali significativamente più alti è supportata da uno studio di Harvard Pilgrim del 2010 che ha trovato che “meno dell’1% delle lesioni da vaccino” sono riportate su VAERS. Inoltre, anche i produttori di vaccini hanno calcolato almeno un “cinquanta volte inferiore agli eventi avversi” su questo sistema.

Inoltre, un recente rapporto informatore di Project Veritas rivela che il personale medico negli ospedali federali conferma la presenza di molti pazienti che soffrono di lesioni da vaccino COVID, ma “nessuno” li segnala al VAERS.

Renz ha anche fornito prove che affermano che la Food and Drug Administration (FDA) ha usato questi stessi dati CMS per monitorare diversi tipi di reazioni avverse alle iniezioni in “tempo quasi reale”, anche mentre queste agenzie governative e i media continuano a ripetere che questo vaccino basato sul gene è “sicuro ed efficace”.

La visualizzazione dei dati dei beneficiari Medicare nel solo Stato di New York ha rivelato migliaia di eventi cardiovascolari, casi di COVID-19, e morti tra un totale di 16 eventi avversi monitorati.

“Ricordate, questi sono ‘effetti collaterali’ che il governo, i media e i social media continuano a dire al pubblico che non stanno accadendo”, ha detto. “Stanno mentendo. Non c’è dubbio che stiano mentendo”.

“Il mantra del ‘sicuro ed efficace’ deve fermarsi dopo le informazioni di oggi”, ha detto Renz.

Fonte: 
Nearly 50k Medicare patients died soon after getting COVID shot: whistleblower (LifeSiteNews)


Autore: Patrick Delaney
Revisore: Lorenzo

Disclaimer: This article only represents the author’s view. Gnews is not responsible for any legal risks.

0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场

欢迎战友加入喜马拉雅意大利罗马达芬奇农场,请使用官方DISCORD链接 : https://discord.gg/77fCxw5mFv 官方联络邮箱: [email protected] Sep. 29